Numero verde 800-180.440 staff@genitorieinternet.it
Ragazzi davanti al Web spesso soli

La dipendenza da Internet è una malattia nuova, destinata a crescere in parallelo allo sviluppo di tecnologie sempre più sofisticate.

Un mondo con il quale misurarsi, cogliendone le opportunità e cercando anche di prevenirne i rischi. Ma è vero che il Web può danneggiare il cervello dei nostri figli? E quando bisogna staccare la spina del pc?

Come cogliere i primi segnali di allarme, passando per la storia di ragazzi che si misurano ogni giorno con un mondo che «può sorprenderci da un momento all’altro perchè non ha confini e nessuno lo possiede del tutto». Inevitabile che stare davanti a un pc sottragga tempo alle relazioni vissute in famiglia.

Ho ascoltato la mamma di una ragazza pronta a rompere il computer di sua figlia pur di tornare la sera a vedere un film tutti insieme – o un papà che ha regalato a suo figlio, appena adolescente, una motocicletta in cambio della promessa, ovviamente non mantenuta, di diminuire il tempo trascorso su Internet. Ma ci sono anche genitori che, celandosi dietro nickname, contattano i figli su Facebook per conoscere e capire chi fossero veramente i loro amici.

Max Valle

Massimiliano Vallefuoco (aka Max Valle) è consulente informatico, membro dell'associazione informatici professionisti, titolare e CEO di aziende specializzate in soluzioni data center professionali, servizi e tecnologie su protocollo IP, sicurezza informatica. Considerato uno dei maggiori esperti Italiani del mondo Internet, ha conseguito il suo primo diploma di programmazione a soli 12 anni (Programmazione Linguaggio BASIC) e oggi, con oltre 20 anni di esperienza nel mondo IT, gestisce i server web e la sicurezza informatica di numerose aziende Italiane ed estere di primaria importanza. Fortemente orientato all'eccellenza, Massimiliano Vallefuoco vanta un team di selezionati e qualificati professionisti composto da ingegneri, sistemisti e consulenti informatici in grado di trasformare idee, esigenze di crescita e sicurezza informatica in concreti progetti vincenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu